Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


del GIAPPONE 31, coftbifogna chenotici fa compar atione tra lameretila di quelli, £r l’honore che fiouete portarea tutti t padri Et fe faceuate tanto conto dfan Bonf - 0 s ch’era maestro del %, il quale altro noninfegnauafe non bugie, & inganni: quanta mma dobbiamo far de padri, che con tanti trauagli, da fi lon tam paefi ’vengono per infegnarci lamenti,iTamoJtrarci la /trada della nofiraverafalute. in quefio mentre la federata Ie{abel resina 7fVu f! e Tn C0? molti Sl s pon ’*™‘*«* foffe pofìibile difiurbare la Cbnfìianitd, ir Morve Jw figlio dal buon proposto: Et cefi ella infame con la Madre della nuoua fuegina moglie del prencipe, qual èvrialtrayecchia fi peruerfa come lei-,fecero ogni lor potere, per fouucrtire la Regina giouane; dicendole tante cofe, che già fi cominciaua à raffreddare ne’fuoi buoni proponimenti. Dall’altro canto alcuni Signori che andauano afa guerra di Fiunga, paffando per doue fiauail Hegwuane gli differo:che non pareua loro bene, in tempo tale, quando Vimprefa di Fiunga fìaua in fi gran femore, ch’egli foffe tanto dedito a fauorire la legge di Dio: che farebbe fiato meglio occupar fi in cofe di maggior importanza, apperfinenti alla guerra e buon gouerno de fuoi regni. ^ quali ( per effer perfone di gran qualità ) rifpofe che loro beney>edeuano ch’egli folo per attender alla guerra bauea Infilata Jua corte; & era yenuto quiui con tanti dijcornmodi; prouedendo con tutta la diliga,. M^lca quanto foffe necejjmo in quella. Et che