Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


7 é LETTERA fonder e, 4$ annullare le maledette fette del Giappone, jlcafo fu queflo.Contrafiandó due, th’eranodi Varie fette pei jopra.gionfero i loro principali Ronf i, t verme il contrailo tanto innanzi; che ordinarono, fi determinale UkVeritd in difputa publica. Vi furono preferiti i prima di quelle parli: e la dilpura fu. di cofe di molto poco momento per perfone sì grani, circa lederò leggile fette. Erano fiati d’accordo traloro, che la parte confutata fioffe difirutta: e punita con pagare gran fornma di danari & cefi reftor-, nofuperati quelli d’una fienai che fono no fin inimidisimi: & effendo Tipbunanga giudice, il qual Irauca molto mala volontàverfo loro -, comandòfiuffiero fubito decollati tutti quei capi della difputa: & che gli altripagafferovna gran fornma d’argento-, di modo che in vn tratto furono rouinati, difirutti, e brugiati, quaft tutti i Momfìerij e temptj di quella fetta, ne i quattro Regni vicini a Meaco <£r i loro Bonzi furono molto perfeguitati, <U disonorati anco in Meaco. Haueua determinato Tfobunanga, ò annullare affatto tutta quefla fetta, ò condennarli a pagar tanti danari •, che fiffeloro òmpofsibile pagarli,ò pur pagando reflaffero annichilati, epouerifsimi. ’Hon fù queflo di poca importanza angi molto a propcfitto, per poter geminare no lira fanta fede con più agcuoleggain quelle parti; perchè cc fioro erano e molti, e ricchi, & Juperbi fimmamtnte contrarij alla CkriJhana hgge. Così hauremo per Pauuenirt manco nemici; che veramente par incredibile, chevifìano.