Pagina:Alfieri - Vita, I, Londra, 1804.djvu/209

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

EPOCA TERZA. CAP. XI. 207


per fermo che a recarla a zecchini io non ne [1771] sarei potuto uscir netto a meno tli dieci o dodici mila zecchini, e forse anche più. Quel bennato e moderato giovine si comportò dunque meco in questo sgradevole affare assai meglio ch’io non avea meritato. E proseguitos’in mio nome il processo, la cosa essendo troppo palpabile dai molti testiinonj, e dalle confessioni dei diversi personaggi, senza neppure il mio intervento, nè il menomo impedimento alla mia partenza dall’Inghilterra, seppi poi dopo ch’era stato ratificato il totale divorzio.

Indiscretamente forse, ma pure a bell’apposta ho voluto sminuzzare in tutti i suoi araminìcoli quto straordinario e per pie importante accidente, si perchè se ne fece gran rumore in quel tempo, si perchè essendo stata questa una delle principali occasioni in cui mi è venuto fatto di ben conoscere e porre alla prova diversamente me stesso, mi è sembrato che analizzandolo con verità e minutezza verrei anche a dar luogo a chi volesse più intimamente conoscermi, di ritrovarne in questo fatto un ampissimo mezzo.