Pagina:Alighieri - Comedìa, Foligno, 1472.djvu/506

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Al sentimento del dottißimo P. Abate D. Pietro Canneti Camaldense, questa e' la prima edizione, che si faceße della Commedia di Dante, come distintamente afferisce nella sua eruditißima dißertazione apologetica intorno al Quadriregio di Mons. Frezzi a lar: 23, ove si protesta però di non aver avuto la sorte di riveder mai la sud.ta Edizione per la sua rarità, avendola solo veduta allegata dal Maittaire nel primo tomo de'suoi annali Topografici a carte gg. Poi Antonio Volpi pubblico Professore di Filosofia nello studio di Padova, nel suo diligentißimo Catalogo delle molte e più rare edizioni, che sono state fatte della Commedia di Dante, che lì ha proposto all'istess opera nella Ristampa ultimam.te da lui fatta fare in Padova in tre volumi in 8, riferisce di esser controversia fra gli eruditi se questa di Foligno, o pur quella di Mantova uscite alla luce nello stesso anno 1472 possa essere la prima edizione, rendendosi però molto verisimile che sia stata la prima questa di Foligno, per le ragioni allegate dal P. Afe Canneti nel luogo sopracitato, riflettendosi particolarmente che questa si pubblicò nel principio del mese di Aprile di q Anno, sicché restarono molti mesi di med anno da potersi fare la 2a Edizione della