Pagina:Amori (Savioli).djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Npag.png75

Lasso! un crudel silenzio
     Me nel mio duol dispera:
     Ei là per entro indomito,
     Qual per sepolcri impera.

Ch’io sia schernito? e gli aditi
     Un tradimento chiuda?
     Ch’io il sia? che me la perfida
     Per novo amante escluda?

Ah mille faci splendano
     Nel víolato loco.
     Entri vergogna, e seguano
     I lacci, il ferro, il foco.

Giove, se a questa il fulmine
     Vendicator perdona,
     Chi ferirà? risvegliati
     Dall’ozio ingrato, e tuona.