Pagina:Andrea da Barberino - Guerino detto il Meschino, 1841.djvu/332

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
252 guerino.


— Di’ alla Fata che io sono vivo e campato; viverò sano, allegro, e salverò l’anima mia, e voi in questa scellerata vita vivrete ogni giorno morendo, diventando brutti vermi, e bestie irrazionali per le vostre peccata, che vi mutano la vostra figura laida». La damigella allora rinserrò la porta, ed il Meschino fece orazione a Dio ed a lui si raccomandò.


Guerino detto il Meschino p0332.png