Pagina:Andrea da Barberino - Guerino detto il Meschino, 1841.djvu/359

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo xxxv. 275

Meschino gli diede sì gran colpo, che gli tagliò l’elmo, e gli mise la spada sino alla gola, e morto Danache cadde in terra; il rumore si levò grande per allegrezza, e il cavallo del morto cavaliere fu dato a Girardo. Quando il Meschino lo vide montare a cavallo, che non l’aveva conosciuto, corse a lui, e disse: — Oimè! signor mio, adunque questa battaglia faceva per te?» e gridò ai cavalieri dicendo: — O gente senza ordine, or come non gridavate soccorso a Girardo?» Allora Girardo disse: — O cavaliero di Cristo, per Dio e per te io son campato, ma farò bene la tua vendetta», e correndo andò fino alle bandiere di questa schiera, e disperatamente combatteva, e gittò la loro bandiera per terra. Il Meschino giunse tra pedoni con tre mila cavalieri, e ruppe tutti i lor pedoni; e le bandiere di questa schiera andavano per terra, e peggio avrebbero avuto se non fosse stato Madar che li soccorse.

Combattendo il Meschino e Girardo Pugliese, e avendo rotta la prima schiera, il Meschino vide apparire la seconda. Egli subito suonò il corno, e ridusse i suoi alle bandiere. Quando Girardo vide tanto in ordine questo cavaliere, disse: — Veramente è valoroso questo cavaliere di Dio, che se Dio non l’avesse mandato la nostra impresa era vana». Già si levava il rumore delle schiere che giungevano alla battaglia. Il Meschino prese una lancia, e verso i nemici si rivolse, e così fece Girardo, e ognuno lauda il capitano per il più franco uomo del mondo. I cristiani a piedi furono messi a lato a quelli che erano a cavallo, ed entrarono nella battaglia. Il Meschino uscì dalla battaglia e corse alla sua schiera, e comandò che ognuno lo seguitasse, e quando giunse alla battaglia, Girardo aveva dato volta ed era in fuga, fuggendo incontrò la seconda schiera ben forte, e vide il capitano che la conduceva. Allora ei si maravigliò, e disse ai cavalieri ch’erano con lui: — Troppa sollecitudine bisogna avere ad un capitano; e niuno non si faccia capitano se non è prudente». Il Meschino disse: — Signore andate alla vostra bandiera, e fatela metter in punto». Girardo disse: — Questo non voglio fare, anzi voglio ritornare nella battaglia», e così fece, e giunsero alla battaglia mentre tutti i cristiani fuggivano. Allora entrarono nella terribile bat-