Pagina:Anime oneste.djvu/215

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il sacrifizio 201


— Vedremo!

— Vedrai!

Sebastiano giurò, nella sicurezza in cui si trovava di aver, almeno per allora, fatto sfumare i propositi di Gonario Rosa. Certo, sapendo che Gonario avrebbe fatto la sua domanda, non avrebbe giurato così solennemente, perchè gli era d’uopo dire, nel caso, a suo padre, ed a sua madre:

— Gonario Rosa è un vigliacco perchè ha operato così con Anna, che è pure la vostra figlia d’adozione, la sorella maggiore di Caterina.

Ma era sicuro del contrario e giurò.

— Ora son sicura di te, — disse Anna, — perdonami se ho dubitato.

Sebastiano comprese che forse il suo avvenire dipendeva dall’adempimento della promessa fatta e, più che mai, giurò fra se stesso di mantenerla.

Per un momento pensò di dire ad Anna il passo fatto da Gonario, ma poi ripensò:

— A che turbarla? Non sa nulla.

— Io esco ancora, — disse, rimettendosi