Pagina:Anonimo - El gran prodigio di tre soli, Zanelli, Roma, 1536.djvu/2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[versione diplomatica] II L L V S T R I S S I M O Et Eccellentiſſimo Signor mìo:ſcio che la. S.V. hauera grandiſſimo deſiderio de intendere qualche noue dele Coſe che ſono ſucceſſe in queſte bataglie:ma a uoler dir tutti li caſi occorſi no baſtaria uno anno di tempo:& per dare a. V. S. pur qual che parte li daro auiſo de un nouo prodigio de tre Soli apparſi in Francia coſa maraueglioſa da far ſtupir ognun che leggera:& queſta do per uera & chiara ala. V.S. Eſſendo io Apariſe a di noue de Settenbrio a hore tredeſe uidi tre Soli doi prodigioſi & el noſtro naturale fuor di natura Crudeliſſimi:ognhuomo mētre che gli ſta nel gōfiato & procelloſo pelago di queſto uaſto & cieco mondo ſummamente deſidera di ſaper & conoſcere non ſolamente le coſe preſente ma etiam dio le future & ala inueſtigation di quelle ogni ſuo ſtudio & arte ripone. Il che eſſendo licito & cōceſſo ali aſtrologi & philoſophi di poter aſtronomicamente ragionare dele coſe che ſogliono aduenire.mi ha parſo col baſſo infimo & debile mio Ingeno ſi non in tutto al meno in qualche parte darui notitia di quello ſignificano i tre Soli nouamente aparuti nella Francia:& queſto faccio, accio che li huomeni più ageuolmente poſſano paſſare linfelice & trauaglioſa lor uita poſponendo le lor maluagie & uitupereuoli operationi & accoſtādoſi al ſanto & coſtumato uiuere & finalmēte acio che ſe poſſono ſaluarſi da tali & tanti manifeſti e non penſati pericoli li quali di continuo ci ſtanno ſopra le ſpalle. Sono adonque come ciaſcaduno di uoi puo eſſer per ueduta intelligentia manifeſto apparuti tre Soli il ſabbato ale tredeſe hore adi noue de Settēbrio del preſente anno» M.D.XXXVI, i quali per li rubicondi &

[versione critica] II L L U S T R I S S I M O Ed Eccellentissimo signor mio: scio che la S.V. havera grandissimo desiderio de intendere qualche nove de le Cose che sono successe in queste bataglie: ma a voler dir tutti li casi occorsi no bastaria uno anno di tempo; et per dare a. V. S. pur qual che parte li daro aviso de un novo prodigio de tre soli apparsi in Francia cosa maravegliosa da far stupir ognun che leggerà: et questa dò per vera e chiara ala. V.S. Essendo io Aparise a di nove de Settenbrio a hore tredese vidi tre Soli doi prodigiosi et el nostro naturale fuor di natura Crudelissimi: ognhuomo mentre che gli sta nel gonfiato e procelloso pelago di questo vasto et cieco mondo summamente desidera di saper et conoscere non solamente le cose presente ma etaim dio le future e a la investigation di quelle ogni suo studio et arte ripone. Il che essendo licito et concesso a li astrologi e philosophi di poter astronomicamente ragionare de le cose che sogliono advenire mi ha parso col basso infimo et debile mio Ingeno si non in tutto al meno in qualche parte darvi notitia di quello significano i tre Soli novamente aparuti nella Francia: et questo faccio, accio che li huomeni piu agevolmente possano passare l'infelice et travagliosa lor vita posponendo le lor malvagie et vituperevoli operationi et accostandosi al santo et costumato vivere et finalmente acio che se possono salvarsi da tali et tanti manifesti e non pensati pericoli li quali di continuo ci stanno sopra le spalle. Sono adonque come ciascaduno di voi puo esser per veduta intelligentia manifesto apparuti tre Soli il sabbato a le tredese hore a di nove de Settenbrio del presente anno» M.D.XXXVI, i quali per li rubicondi et