Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo primo, 1837.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
58


insieme per la seconda, terza, ... cifre inferiori parimente insieme.

Quindi è, che, siccome coteste cifre inferiori e superiori corrispondenti sono trà loro respettivamente compagne, e perciò il prodotto 2.° della seconda, terza, ... cifre superiori insieme per la prima inferiore equivale al prodotto 3.° della prima cifra superiore per la seconda, terza, ... cifre inferiori insieme (14), così si conclude, che per formare il quadrato d’un numero qualunque di più cifre si deve fare a parte

1.° Il quadrato della sua prima cifra a destra, ossia il quadrato delle unità.

2.° Il doppio del prodotto di questa cifra per le altre a sinistra, le quali compongono un numero di diecine.

3. Il quadrato di queste seconde cifre, ossia il quadrato del numero delle diecine espresso da esse.

e quindi sommar tutto insieme.

Da queste osservazioni è facil concludere, che per formare il quadrato d’un numero qualunque, in un modo diverso dalla moltiplicazione ordinaria, si può tenere la regola seguente

«1.° Scritto cotesto numero, e tirato sotto frego, se ne faccia parzialmente il prodotto