Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo quarto, 1840.djvu/10

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
10

meratore immediatamente a sinistra della virgola, nelle ipotesi che sia significativa, esprima delle unità semplici, mentre quelle, che seguono a sinistra di lei esprimono successivamente delle diecine, centinaja, migliaja,.., e che le altre, che seguono a destra dopo la virgola, esprimono successivamente de’ decimi, centesimi, millesimi,.., si conclude, che cotesto numeratore colle cifre separate come si è detto, basterà per se stesso soltanto a rappresentare la nostra frazione impropria.

In questa guisa alla frazione per esempio si potrà sostituire la semplice caratteristica 15,3, la quale perciò si leggerà centocinquantatrè-decimi, oppure quindici-intieri e trè-decimi.

Le convenzioni pertanto sin quì fatte per scrivere sotto forma di numero intiero una qualunque delle nostre frazioni, propria od impropria che sia, si riducono alla unica seguente, cioè «Che proposto un numero intiero qualunque, completandolo o nò a sinistra da uno o più zeri, e seperandovi ovunque a piacere le cifre trà loro con una virgola, il sistema di quelle, che restano a sinistra, se ve ne sono delle significative, esprima un numero intiero di unità semplici, ed il sistema di quelle, tutte od in parte significative, che restano a destra, sia