Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo quarto, 1840.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

11

il numeratore di una frazione, il denominator della quale si sottintenda essere la unità seguìta da altrettanti zeri»

Siccome una tal convenzione porta, che il valor locale di una cifra significativa sia il decimo di quello, che avrebbe, se occupasse il posto della cifra immediatamente a sinistra, si vede, che essa non serve, che a completare il nostro sistema di Numerazione fin da principio stabilito (Tema primo, pag. 14), estendendolo da sinistra verso destra, e che dicesi Sistema decimale; perciò alle frazioni, o numeri precedenti si dà il nome di Frazioni, o Numeri decimali, mentre le frazioni di ogni altra specie diconsi Frazioni ordinarie.

Del resto profittando dell’avvertenza in addietro fatta (Tema prec. pag. 44) cioè che una frazione di qualunque specie si può riguardare come resultante dall’addizione di più frazioni parziali, tutte dello stesso suo denominatore, i respettivi numeratori delle quali siano ciascuna cifra significativa del suo numeratore, seguita respettivamente da tanti zeri, quante cifre essa vi ha dopo di se, ed osservando, che nel nostro caso nei due termini di ciascuna di queste frazioni si può sopprimere uno, due, trè,..zeri, era ben facil rilevare, come una frazione decimale colla