Pagina:Antichi monumenti di Siracusa.djvu/47

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

X    37    X

dina; questa dovea esser la più vicina a Ortigia. La muraglia, che fu rovinata dopo la morte di Geronimo, ultimo re di Siracusa, a sentimento del Bonanni, non è quella di Napoli, ma dell'Isola.

§. 5.
Territorio di Siracusa antico, e moderno.


Nel tempo de’ Sicoli, che furon gli stessi che i Sicani, e che dominaron Siracusa dal Secolo XIII. fino all’anno 758. prima di Gesù Cristo, in cui venne Archla Corinto, la Sicilia fu divisa in due parti: una delle quali chiamavasi Sicania, e l’altra Sicilia, e questa appartenea a Siracusa; onde il suo Territorio era vastissimo. Nel tempo delle guerre fra i Romani, e i Cartaginesi, dette Puniche, che principiaron nell’anno 264., la Sicilia si considerò separata in tre porzioni: la prima stendeasi dal fiume Simeto fino al fiume Salso, frapposta tra levante, e mezzogiorno, e obbediva a Ierone II., re di Siracusa; la seconda o sia la parte settentrionale abbracciava lo spazio di essa da Girgenti fino a Imera, ed era sottoposta ai Cartaginesi; la terza finalmente, che comprendea tutto lo resto, la possedea la Republica Romana. Da Livio abbiamo dec. III. lib. IV. Himera amnis, qui ferme insulam dividit, finis regni Syracusani, ac Pu-