Pagina:Archivio della R. Società Romana di Storia Patria - Vol. XVI.djvu/106

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
102 M. Pelaez

mori re d’Aragona in Napoli, che era uno delli più possienti signori che fosse mai in queste parti, et era re de sette reami et era catalano, e lassao uno figlio bastardo, et esso remase re dello reame de Napoli et avea nome D. Femanno.n 1

LXV. Recordo io Pavolo che nelli 1458 a dii 6 di agosto, e fu domenica, a 25 hore mori papa Calisto, lo quale era catalano e lassavose governare ad un suo nepote che sse chiamava messer Borgio; lo quale fu cattiv’omo senza nulla nulla iustitia nè rascione, e tutto questo tempo che regnao, mai non fu veduto lo più tristo governo de robarcen 2 dentro dalla terra e fore, et ogni die faceano mecidia e questioni, e per Roma non se vedeano se non Catalani. Poi quanno morì tutti, quanti ne furono gionti, erano presi e robati e chi morti e feriti1; e lo ditto messer Borgio se fuggì et annosene ad Ostia, e da Ostia se ne gio a Civitavecchia; lo ditto Borgìo era d’età de 25n 3 anni, e lo papa lo avea fatto capitanio generale della Chiesa, prefetto de Roma e duca de Spoleti.

LXVI. Recordo io Pavolo che nelli 1458 a dii 16n 42 d’agosto se misero li cardinali in conclave e furono .xvii. cardinali, e stettero in conclave per infino a dì 19n 5 de agosto, e fu un sabato nella terza publicato papa monsignorn 6 de Siena, e fu senese e chiamasi papa Pio; Dio li presti bona gratia.

LXVII. Recordo io Pavolo che nelli 1459 a dii 22 de gennaron 73 se partìo papa Pio de Roma e gio a Mantoa, e li stette uno anno, e poi revenne a Roma a Sienan 8.

LXVIII. Recordo io Pavolo che nelli 1459 a dii 13 de febraro morì messer Tomao mio frate.

LXVIIII. Recordo io Pavolo che nelli 1459 dello mese di novembre, e fu la viglia de sto Martino, mori Antonia mia sorella.

LXX. Recordo io Pavolo che nelli 1461 a dii 24 di febraro me nacque una mia figlia femmina, alla quale pongo nome Costantia, Dio li presti buona ventura.

  1. D Fiorano; I Ferrante
  2. BCDEFF’ H robbarie
  3. CDE .xxii.; I .xx.;
  4. E 26; HI 18
  5. EHI 29
  6. DHI Cardinale
  7. A ha una lacuna indicata con puntini al luogo della indicazione del mese; la quale fu introdotta togliendola da BHI; CDEFF' Giugno
  8. BCDEFF’HI revenne a Siena
  1. Cf. dispaccio di Ant. da Pistoia a Fr. Sforza, dat. Roma 1458, 31 luglio, citato dal Pastor, loc. cit. I, 58, nota 4; e l’altro del medesimo del 6 agosto pubblicato dal Pastor, I, App. n. 84.
  2. Cf. Arch. segreto Vaticano, Armario XXXI, Acta Conslet. tom. 52, f. 18, cit. da Pastor, op. cit. II, 6, nota 1.
  3. Infessura, p. 63, «a dì 22 de gennaro».