Pagina:Archivio della R. Società Romana di Storia Patria - Vol. XVI.djvu/110

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
106 M. Pelaez

Cave e certe altre fortezze, e mise campo a Paliano e desfeceali dello munno, se non che quanno stavano a ccampo allo ditto Paliano, morì papa Sisto e bisogniò che ’l campo se tornasse a Roma, e quelli signori de casa Colonna vennero a Roma e ferosi forti con tutti li suoi vassalli. Questi signori de casa Orsina ferono lo simile, et era molta guerra tra casa Colonna e casa Orsina, e fu sbarrata Roma, e lassao gran tribulatione in Roma, perchè lo papa era morto e non c’era papa1.

LXXXVIII. Recordo io Pavolo che nelli 1484 a dìi 13n 12 d’agosto, la notte, a cinque hore morì papa Sisto, lo quale fu uno cattio pontefice; in tutto lo suo tempo che visse, .xiii. anni, sempre ce mantenne in guerra e carestia e senza nulla iustitia.

LXXXVIIII. Recordo io Pavolo che in nello ditto mese a dii 26 si misero .xxv. cardinali in conchiave in palazzo, e a dii 29 d’agosto fu creato papa Innocentio ottavo, che era cardinale de Malfetta et era de quello de Genoa, et a dii 15n 2 di settembre fu coronato et annò a Sto Ianni con tutte quelle solennità che ssi fanno.








  1. BEIH 3
  2. BCDBFF’HI 12
  1. Si cf. l’estesa relazione dell’Infessura, p. 107 sgg.
  2. Sisto IV mori la mattina del 13. Cf. Infessura, p. 155 e nota 1.