Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 13 (1871).djvu/188

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
184 documenti pisani


III.


1498, febbraio 18.


Lo stesso come sopra.



Omissis etc. Questa mattina c’è nuove come in Firense è gran tumulto per le prediche di fra Girolamo; perchè chi le ama et chi le ha in odio. Et di nuovo la Sanctità del summo Pontifice ha excomonicati tutti quelli che oderanno sue predicatione. Item che dicto fra Girolamo ha ordinato di havere per sua custodia 500 giovany fiorentiny armati modestamente: et quelli ad uno bisogno lo accompagnino da san Marco ad sancta Riparata. Et per questo potete comprendere come la Sanctità del summo Pontifice sia disposto1 inverso di loro. Sichè noy habbiamo per Dio gratia tali protectori, che non ci bisogna temere di ogni spaventacelo, etc.

(Filza cit., c. 478).



IV.


1498, marzo 8.


Andrea Lanfreducci e Luca del Lante, ambasciatori

come sopra, agli anziani di Pisa.


Omissis etc. Habbiamo questo dì lectere da Roma, le quale ci significano la Sanctità del sommo Pontifice haver mandato du’ brevi ad Fiorensa, cioè, uno alla Signoria et l’altro ad li canonicy di sancta Riparata, molto strecty. Per li qualy inhibisce et vieta ad fra Girolamo che non predichy; che dice publicamente cose strane; della qual cosa tutto quel populo è malcontento, etc.

(Filza cit., e. 492).


  1. Così l’originale.