Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 13 (1871).djvu/187

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

documenti pisani ec. 183

DOCUMENTI





I.


1497, marzo 6.


Giovanni Mariani, ambasciatore dei Pisani

presso la Repubblica di Venezia, agli Anziani di Pisa.


Omissis etc. Qui è nuova che ad Fiorensa sono ad invicem in grandissime controversie. Et frate Hieronymo non predica più la devotione del re di Franza, ymo in contrario. Et la Signoria nova è tucta Pallescha: Bernardo Del Nero è gonfaloniery. Quibus auditis si iudica habbi ad essere in fra loro gran rumore. Hanno grandissima penuria; adeo che spesso il popolo sacchegia qualche casa per fame, eie.

(R. Archivio di Stato in Pisa. Lettere agli Anziani, filza III, e. 62).


II.


1498, febbraio 3


Lo stesso come sopra.


Omissis etc. Item di nuovo hanno mandato (i Fiorentini) messer Domenico Bonsi imbasciadore al Papa: dicesi esser la potissima cagione per levar le scomunicatione et interdictione che il Papa havea facto ad fra Hyeronimo; et che per questo effecto habbino ordinato ad Roma circa 16mila ducati per pagare al Papa per obtenere lo attento loro, etc.

(Filza cit., C. 483 t. - 484).