Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 13 (1871).djvu/482

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
476 rassegna bibliografica

storia provvidenziale del popolo, ed era intesa a conservare gli animi nella fede dell’ordine divino. Soltanto verso il x secolo av. Cristo, nel regno di Giuda, una scuola di profeti con Joele prendeva a rivestire le sue sentenze di forma letteraria: mentre invece, nel regno d’Israele, un’altra scuola di profeti con Elia si conservavano oratori e attori politico -religiosi nell’antico senso; successione che si continua sino a Geremia alla caduta di Gerusalemme. In quelle profezie, il fatto più importante forse delle profezie medesime, si è la coscenza di Dio che vivissima vi ha conservato il popolo: e la realtà, per i profeti, non essendo se non quasi uno specchio nel quale riflettevasi la vita dello spirito; vi sapevano guardare i destini particolari del popolo; e ne veniva occasione che manifestassero la loro fede nei destini dell’umanità, e nella onnipotenza di Dio: e come Sion era la capitale del popolo eletto, in essa pure così trovavano il prototipo del regno di Dio che s’aveva a verificare sulla terra. Non è vero il compimento delle profezie perchè i profeti lo avessero predetto; ma sì la predizione è vera, perchè il compimento l’ha confermata; e quel compimento si è verificato in forza dello svolgimento progressivo dell’umanità; che piglia regola e s’informa dall’eterno pensiero di Dio: «e credere a questo pensiero di Dio, scrive Bunsen, è ciò che dicesi religione»nota; come per religione si giunge a credere «che sarà recato ad effetto il disegno divino sulla terra, per il quale la luce e la verità trionferanno della violenza e della menzogna»nota: nella quale credenza sta appunto il pensiero di tutte le profezie del popolo ebreo. Quel pensiero, pertanto, si vede contenere in sé cinque grandi idee: la prima, che la religione dello spirito sarà quella dell’avvenire e diverrà patrimonio comune dell’umanità; seconda, che la religione dello spirito verrà recata ad effetto, appena che da un giudizio di Dio sieno distrutte le forme esteriori che le sono state sostituite; terza, che verrà la salute di Giuda da un re della stirpe di David, il quale stabilirà la salute e la pace nell’umanità; e quarta, che la verità e la giustizia regneranno sulla terra; e quinta finalmente, 1

2

  1. Pag. 34.
  2. Pag. 35.