Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/119

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

del nome « napoleone » 99

nonno, che già si trovò a partecipare ancor egli all’impresa e alle sventure di Corradino1. Quanto al nonno, Napoleone di Gian Gaetano, era stato nel 1240 uno dei «proconsules» del popolo romano2, e nel 1244 ebbe da Innocenzo IV la conferma dei redditi, ossia del possesso, di Vicovaro e d’altre castella3. Finalmente, abbiamo un Napoleone - non so se proprio zio di questo, come si pretende del quale si contano fatti che a me non è stato possibile di appurare, tra cui segnatamente che avesse parte nella spedizione sicula di Arrigo VI. Sia di ciò quel che si vuole, egli ad ogni modo ci è messo innanzi in maniera non dubbia da un documento privato del 12004.

    prima, non c’era più luogo a fraintendimenti), non potrebbe trovarlo altro che nella tav. xix, qual figliuolo del Napoleone fratello di Papa Niccolò, e con una biografia recisamente guelfa. Ora, se i fatti che il Litta enumera sono veri ed esatti, vorrà dire che dei Giacomi se n’abbiano a distinguere due, a meno che il ghibellinismo del Giacomo nostro non sia cominciato tardi, dopo che egli avesse nel 1263 difeso Montecchio contro Corrado d’Antiochia, e fosse rimasto nelle mani del nipote di Manfredi. Quanto al non essere lui figliuolo di chi gli avrebbe ad esser padre nel Litta, nessunissimo dubbio. Già, se padre e figlio si fossero a questo modo trovati a fronte, uno storico minuzioso qual è Saba, ne avrebbe pure adir qualcosa; ma prova più assai il castello di Vicovaro, di cui egli era in possesso (Saba, ii, 16, e cfr. Ann. Plac., p 528), che vedremo or ora a che Napoleone spettasse.

  1. Saba, iv, 8 R. It. Scr., VIII. 844), Ann. Plac., p. 528. Anche questo personaggio è rappresentato spropositatamente dal Litta, che lui pure trasforma, facendo menzione espressa di Tagliacozzo, in un fervido fautore della Chiesa e di Carlo d’Angiò.
  2. Huillard-Bréholles, V, 761. Rispetto al «proconsul», si veda Gregorovius, Gesch. der Stadt Rom im Mittelalter, V, 183, nella 2.a edizione.
  3. Berger, Les Registres d’Innocent IV, I, 116 (n. 686). Qui la paternità non è indicata; ma la stessa cronologia vale a chiarirci. D’altronde un documento dell’anno medesimo riguardante Vicovaro è assegnato anche dal Litta a questo Napoleone; e secondo ogni verosimiglianza non senza la guida di un dato ben chiaro da parte di chi attribuisce invece al nipote la bolla d’Innocenzo.
  4. Litta, tav. i. E qui, dacché mi pare di aver corretto alcuni errori delle genealogie degli Orsini, non sarà mal fatto mettere sotto gli occhi lo schema della discendenza per la parte che più o meno ci riguarda:
    Orso ?
    . . . . . . . . . . . . . .

    Napoleone Giangaetano
     
                         ┏━━━━━━━━━━━━━━━━┓
    Matteo Rosso
    Napoleone
      ┏━━━━━━━━━━━━━━━━┓
    Giangaetano
    (Niccolò III)
    Rinaldo
    Matteo Napoleone
      Giacomo
    Napoleone
    Cardinale di S. Adriano
    Francesco ? Napoleone