Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
156 corrispondenze

di tutte è il Diario, finora quasi affatto trascurato, che il cardinale Filastre scrisse dal principio del concilio fino alla partenza per la Francia nel marzo 1418. Il Finke, che lo trasse dalla Biblioteca vaticana, ha il merito, di aver per il primo riconosciuto il valore dell’autore di questa fonte importante per la storia di quel Concilio. Inoltre con buone ragioni difende l’opinione di coloro che vogliono, che il trattato de reformatione ecclesiae, da lui pure stampato, sia opera di Teoderico di Niem.

Fra le illustrazioni delle fonti storiche ricorderò, oltre al saggio che il Lechler pubblicò pure nel 1888 sui Rescritti di Teoderico contenuti nelle Varietà di Cassiodoro1 ed alle osservazioni fatte dal Mai sull’epoca e sul valore della biografia di Leone IX scritta da Wiberto2, le indagini acute di Iacopo Marx sulla Vita Gregorii IX3, nelle quali sono documentati l’epoca (1239-40) e il carattere ufficiale di questa biografia, scritta coll’aiuto degli atti, ufficiali e delle testimonianze oculari dal cameriere del papa Giovanni da Ferentino, e sono rilevati la ricchezza e il valore delle notizie contenute in questa biografia, nella quale non s’insinua nessuno inganno frode, per quanto parziale sia pur l’autore per il papa e la di lui curia.

Il padre Emilio Michael discorre nel suo libro su Salimbene e la sua cronaca4, in bel modo, della vita e dell’indole di questo notevole ed interessante cronista. Nella seconda parte vi si tratta pur delle fonti e della critica di questa cronaca; ma, secondo il giudizio del prof. Holder-Egger, che preparava l’edizione della medesima per i Monumenta Germaniae, non furono in questo lavoro sciolte tutte le questioni.


II. Sussidi generali e bibliografici.


A capo di questa sezione merita di esser posto un libro che sarà di grande e pregevole sussidio per lo studio ed anche per lo sviluppo della critica storica, cioè il Manuale del metodo storico di Ernesto Bernheim5. L’accentuarsi del fatto innegabile, che la storia non

  1. Lechler. Die Erlässe Theodorichs in Cassiodors Varia, Programm des Gymnasiums, Heilbronn 1888.
  2. Mai. Untersuchungen über die Abfassungszeit und Glaubwürdigkeit von Wiberts Vita Leonis IX. Beilage zum lahresbericht des Gymnasiums, Offenburg 1889.
  3. Jacob Marx. Die Vita Gregorii IX, Berlino 1889.
  4. Emil Michael. Salimbene und seine Chronik, eine Studie zur Geschichte des 13. Jahrlmnderts, Innsbruok 1889.
  5. Bernheim. Lehrbuch der historischen Methode, Leipzig 1889.