Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/234

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
214 pubblicazioni periodiche

des deutschen Reichs durch Wìlhem I.) 13 marzo. C. Ricci. Dante allo Studio di Bologna. - P. Fambri. Dal Po alla Cernaia (Fa la storia della spedizione di Crimea del 1855, prendendo occasione da un libro interessantissimo del generale Genova di Revel, commissario militare del re in quella spedizione.)

— E uscito in Milano, nel gennaio, il primo fascicolo del Pensiero italiano, repertorio mensile di studi applicati alla prosperità e cultura sociale, diretto dal sig. Pirro Aporti. Il Pensiero italiano si propone di «riprendere il cammino» già «trionfalmente e solennemente» percorso dal Politecnico di Carlo Cattaneo: avrà memorie originali, rassegne bibliografiche, indici ed estratti delle riviste italiane generali e speciali. Nel primo fascicolo notiamo un articolo del compianto A. Saffi Sul Canto XIX dell’Inferno di Dante: nel secondo Alcuni appunti sulla possibilità di una scienza della storia di A. Ghisleri, e uno studio su Michele Cervantes di A. Lo Forte Randi.

— Nel Propugnatore, III, i, fasc. 13-14 (1890), il D.r Flaminio Pellegrini pubblica un documento bolognese del 1270, risguardante il poeta Guido Guinizelli podestà a Castelfranco, e lo illustra con notizie e congetture biografiche assai interessanti. — E nel fase. 16-17, III, ii (1890) pubblica e commenta alcune Rime inedite dei secoli XIII e XIV, tratte dai libri dell’Archivio notarile di Bologna. Notiamo un sonetto del 1314, che è un lamento del tardo e scarso soccorso dato dai Fiorentini ai Lucchesi assaliti e malmenati da Uguccione della Faggiuola.

— Col fasc. xi-xii dell’ann. II, uscito alla luce nello scorso febbraio, ha cessato le sue pubblicazioni la Rassegna Emiliana di storia, letteratura ed arte. Ne’ due volumi stampati parecchie son le monografie che hanno per soggetto la storia. Nell’ann. I V. Santi tratta di Paolo ed Alessandro Brusantini nella storia e nella «Secchia rapita»; A. Campani illustra La nomina di Fulvio Testi al governo della Garfagnana; E. Costa offre de’ documenti inediti riguardatiti Le nozze di Enrico IV re di Francia con Maria de’ Medici; F. Tarducci discorre degli Usi nuziali di Piobbico, piccolo paese tra gli Appennini, nella provincia di Pesaro; A. Solerti si occupa delle Feste in Ferrara per la venuta di Barbara Sanseverini Contessa di Sala; T. Sandonnini, del Soggiorno di Calvino a Ferrara; N. Campanini, col titolo: Lazzaro Spallanzani, Voltaire e Federico II il grande, prende a studiare la corrispondenza che tenne l’illustre scienziato con que’ due uomini famosi; G. Silingardi reca nuova luce alla storia del patrio risorgimento col suo lavoro: Giuseppe Mazzini ed i moti delle Romagne nell’anno 1843 Lettere inedite) ed E. Costa predetto porge un «contributo alla storia generale del secolo XVI» collo scritto: La restituzione di Parma al Ottavio Farnese nel 1550, note e documenti. - Nell’ann. II abbiamo: Il «Pater noster» di una satira popolare contro i soldati di Gastone di Foix:, di N. Campanini; I Signori di Correggio alle feste veneziane per Enrico III di Valois, di A. Solerti; che prende pure a illustrare Il terremoto di Ferrara nel 1570.