Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/462

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
442 notizie

XVII-XVIII) sono 58 dal secolo X al XVII; alcuni dei quali hanno una qualche importanza paleografica, o per antichità, o per bella lettera, o per miniature, o per data certa: ma poco o nulla che importi alla storia, contenendo in massima parte roba ascetica e teologica.

Roma. — Biblioteca della Camera dei Deputati. - È stato pubblicato il Supplemento secondo della Parte I (Scritti biografici e critici) del Catalogo melodico degli scritti contenuti nelle pubblicazioni periodiche italiane possedute dalla Camera dei Deputati. Con questo supplemento la Parte I si compie: il Catalogo, condotto fino a tutto il 1887, contiene 30,174 articoli, ed è corredato d’un indice degli autori e dell’elenco completo dei periodici spogliati, che ascendono a 251.

Venezia. — Archivio del Gran Priorato dell’ordino Gerosolimitano. - Dalla breve notizia, che ne ha pubblicata il cav. G. Sommi-Picenardi nella Miscellanea della R. Deputazione Veneta di storia patria, ricaviamo quanto appresso. Il più antico elenco che se ne conosca è del 1549: l’Archivio è stato poi riordinato e catalogato più volte. L’ultimo ordinamento fatto tra il 1884 e l’86 l’ha diviso in trentacinque classi. Nella classe XVII (Relazioni estere e Privilegi) conservasi il più antico documento di esso Archivio, che è del 1220.


Libri e Opuscoli.


Ch. Bemont et G. Monod. Histoire de l’Europe, et en particulier de la France, de 395 à 1270. - Paris, F. Alcan ed., 1891. 16.° di pp. 588. - È un volume del Corso di storia per le scuole classiche secondarie della Francia, pubblicato sotto la direzione di l02px; e, come testo di scuola non solo, ma anche come manuale per gli studiosi, e come libro di sana educazione scientifica per i giovani, ci sembra meritevole di molta lode. I fatti sono narrati con sobrietà e precisione, in istile semplice ed elegante, e giudicati con serenità; e al racconto dei fatti politici è mescolata opportunamente e in buon ordine la storia delle istituzioni, dei costumi, delle arti, della cultura. A pie di ciascun capitolo è dato un elenco delle fonti e dei libri, che si raccomandano per consultazione o per lettura. Come si deduce dallo stesso titolo, la base di questo libro è la storia di Francia, ma può consultarsi utilmente anche per la storia delle altre regioni d’Europa in quanto si riferisce alla civiltà generale del medio evo. Solamente, ci è parsa assai manchevole la parte che riguarda l’Italia nel periodo dei comuni. Le notizie sulle controversie tra il papato e l’impero in Italia