Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/225

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Articoli 219

relativamente alla Filosofia teoretica, e a quella della Sociologia per la Filosofia morale.

Mentre anteriormente i corsi filosofici, troppo brevi ciascuno, erano confusi indifferentemente cogli altri, e soffocati nella massa soverchiante dei letterarj e storici, sicchè non permettevano una cultura speciale filosofica sufficiente, col Regolamento nuovo essi campeggiano distinti e ingranditi per quelli che sentono di più la disposizione al magistero della osservazione scientifica, o che vi si sono già esercitati nel campo delle scienze naturali.

E, stabilendosi che per la laurea, oltre i corsi fondamentali si richieda l’esame anche in altri cinque, da scegliersi fra i più opportuni nelle diverse Facoltà, con ciò si provvede molto saggiamente all’uopo, che gli studenti della Facoltà filosofica-letteraria si coltivino anche nel loro difetto di cognizioni dei fatti naturali, e gli studenti che provengono dalle Facoltà scientifiche si coltivino anche nel loro difetto di cognizioni dei fatti morali.

Pare a taluno che, colla parentesi della Psicologia aggiunta nel Regolamento nuovo alla indicazione della Filosofia teoretica, si intenda di sopprimere il corpo maggiore di essa, lasciandone solo una parte, nè prima, nè essenziale: e che, coll’altra parentesi della Sociologia, aggiunta alla indicazione della Filosofia morale, si intenda di sostituirle una dottrina da essa diversa. Ma l’appunto è senza ragione; e tradisce il timore ansioso dei partigiani del vecchio modo di vedere, che col nuovo Regolamento (ed è così in realtà, come dicemmo) si voglia far prevalere il concetto scientifico moderno della filosofia.

Due cose significa l’aggiunta messa fra parentesi. Significa, in primo luogo, che gli insegnanti attuali, formatisi già incorreggibilmente secondo un altro indirizzo, non sono impediti (e come si potrebbe?) di continuare in esso. E, in secondo luogo, significa, che, come oggi ben si capisce, il perno veramente scientifico della Filosofia teoretica è