Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/274

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
268 Scritti vari



9.

La vendetta.


Quello della vendetta è un istinto rozzo dell’uomo volgare. All’uomo virilmente temprato ripugna la viltà della vendetta. Sublime quindi, pur nella sua esagerazione, è il detto di Cristo: Se uno ti dà uno schiaffo offrigli quell’altra guancia.

(La Puglia scolastica, Bari, 26 gennaio 1908).


10.

La natura malefica.


Malefica è natura per quelle stesse sue forze, per quelle stesse sue leggi, in grazia delle quali è pur benefica.

Togliete le forze e le leggi, onde è il male, e non avrete più quelle, onde è il bene, che sono le medesime.

(In un numero unico pel terremoto Reggio-Messina).


11.

La fratellanza nazionale.


Chi appartiene ad un grande Stato ha un sentimento di sè in ragione della grandezza dello Stato medesimo. Ma, se questo Stato è un complesso di popolazioni diverse forzatamente collegate, il sentimento suddetto è mortificato dalla considerazione che si tratta di una grandezza non naturale e stabile, sibbene artificiale, di elementi che si contrastano, e quindi precaria.

Un tutto più veramente tale, più parlante al cuore di chi vi appartiene, massime se storicamente notevole, è