Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/298

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
292 Scritti vari

    In lieta comitiva
Veleggiasi sul Reno;
La verdeggiante riva
8Ci arride, e il ciel sereno.
    Rapito, ai piè sedeva
Di beltà lusinghiera;
Nel viso l’or splendeva
12Del roseo sol di sera.
    Col liuto il ritornello
Fa crescer l’allegria;
Il ciel si fa più bello,
16E l’anima s’india.
    Ah! L’onda, il verde, il canto,
Qual fola dileguär;
E gli occhi, che l’incanto,
20Quai gemme, rispecchiâr.


Auf dem Hardenberge.


    Su, miei sogni d’altri giorni!
Su, v’aprite, o vie del cor!
L’estro ai carmi a me ritorni,
4Si sprigioni, irrompa ancor!
    Errar voglio in bosco ombroso,
Ove fonti porge il suol,
Ove il cervo va borioso,
8Ove canta il tordo al sol.
    Salir voglio l’erto colle
E la rupe ritta al ciel,
Dove muto ancor s’estolle
12Il turrito suo castel.
    Là mi siedo e sto silente
Tempi antichi a ripensar,
E d’un sire un dì potente
16Ludi e feste, che passâr.