Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1910, I.djvu/422

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

novella xxx 419

facevi piantare nel tuo orticello, che era cosí grasso, morbido e benissimo coltivato. — Il papa con tutti quelli che erano presenti, che erano pur assai e grandi uomini, di cosí mordace motto risero grandemente, perciò che il Proto soggiunse che quando l’oratore era in Bologna serviva tutti gli scolari che di mangiar carne di capretto assai si dilettavano. Ed il pecorone sentendosi rinfacciar cosí enorme vizio né piú né meno arrossi come averebbe fatto un asino. — Avendo il Mondolfo finito di parlare, e sovra le dette cose tutti ragionando e qualch’altro bel fioretto volendo alcuno de la compagnia dire, si sentirono i cagnoletti abbaiare; segno che madama era venuta fuori. Onde tutti levati, ce n’andammo colá ove ella giá s’era sotto la loggetta del giardino assisa, e quivi con lei si cominciò di varie cose a ragionare.

fine del volume primo.