Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1911, III.djvu/235

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


232 PARTE SECONDA hanno ¡1 cor generoso e magnifico e di gran lunga avanzano gli uomini, le quali quanto siano degne d’esser commendate e messe in cima d'ogni loda, coloro che conoscono di quanta lode e gloria è degna la vertù lo sanno benissimo. Ora, se ne l’età nostra ci è stata donna alcuna che abbia per propria vertù meritato il titolo di liberale, credo io che la felice me¬ moria de la signora Bianca Bentivoglia vostra onorata madre sia stata una di quelle e forse la principale. La quale mentre che visse attese largamente a donare ed usar senza fine cortesie a ciascuna persona. E tra l'altre cose, non si sa egli che la casa vostra fu publico ricetto di chiunque per Modena passava, o fosse d’Italia od oltramontano? Ma chi tacerà le generose e libe¬ rali accoglienze che ella fece a Giovanni de’ Medici cardinale, che poi fu Leone decimo, quando egli fuggi di prigione, essendo stato preso a la rotta memorabile di Ravenna e ritornando a Roma? Capitò il cardinale senza servidori e senza comodità alcuna a Modena, e conoscendo la cortesia e liberalità di vostra madre, se ne venne di primo volo a casa vostra, ove fu con si benigne accoglienze raccolto che vostra madre lo rimise in arnese del tutto, vestendolo onoratamente da cardinale, dandogli danari, cavalcature, muli ed una credenza di vasi d’argento molto ricca e bella. Essendovi di quelli i quali di queste sue smisurate cor¬ tesie la riprendevano, dicendole che mettesse mente che ella era carca di figliuoli, avendo otto maschi e due femine, e che deveva moltiplicar loro il patrimonio e non cosi prodigamente buttarlo via; ella prudentemente rispondeva loro che non voleva in modo alcuno mancar d’esser cortese e liberale ove poteva, perciò che sperava in Dio che un di solo una de le sue cortesie produrrebbe tal frutto che ristorarebbe tutte l’altre, e tutto quello che si donava era un perfetto acquisto, accumulando tutto il di amici ai suoi figliuoli. E cosi sempre perseverò di bene in meglio. Onde si può dire che ella fu profetessa, perciò che Giovanni Medici cardinale, come fu fatto papa, ricordevole dei benefici ricevuti, la mandò a pigliare ed onoratamente a Roma la fece condurre, ove le diede di continovo una onesta pen¬ sione, le fece un figliuolo cardinale de la santa Chiesa con grossa