Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1911, IV.djvu/154

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


NOVELLA IV ■5! a la sera, non sospettando perciò di cosa alcuna. La sera poi a un’ora di notte, ritornato a picchiare e non ci essendo chi gli rispondesse motto, andò spiando da' vicini se sapevano ove la vedova fosse. E non ne trovando -novella veruna, si ridusse a’ parenti più propinqui di quella, di modo che non la ritrovando a casa di nessuno di loro, il bisbiglio e il romore si levò grande, non si sapendo alcuno imaginare che potesse esSer avvenuto di lei e dei figliuoli. 11 perché con alcuni dei parenti di quella, tra i quali era il crudelissimo omicida Pietro, che più di nessuno bravava, andò il calzolaio ad avvertire del caso la giu¬ stizia. Quei Signori di notte — ché cosi sono detti — tantosto mandarono lor sergenti, i quali ruppero la porta e ne la prima entrata trovarono rivoltata nel suo sangue la misera e povera massara col capo fesso in due parti fino a’ denti. Sbigottiti tutti a cosi fiero spettacolo, ascesero di sopra, ove trovarono in una camera vicina al fuocolare la donna e in un'altra le due picciole creature morte nel proprio sangue, che a pietà averebbero com¬ mosso le più fiere e crudeli tigri del'Ircania. Avvisati i Signori de l’empio e sceleratissimo caso, per non lasciare tanta scele- raggine impunita, cominciarono con diligentissima cura a far quelle informazioni che si potevano le maggiori. I parenti me¬ desimamente di buon core molto vi s’affaticavano, e sovra tutti Pietro maggior sentimento mostrava degli altri di dolore, parendo che di tanta crudeltà non si potesse dar pace, e sovra il corpo de la zia gettato gridando smaniava, dicendo che nulla si ri¬ sparmiasse per ritrovar il malfattore. Ora informazione altra non si trovando se non che il calzolaio affermava al suo par¬ tire de la casa de la vedova avervi lasciato Pietro, ed egli confessandolo ma dicendo subito dopo lui essersi partito, su questo indizio fu sostenuto Pietro dal capitano dei zaffi e dettogli che bisognava che si presentasse avanti ai Signori de la notte. Egli punto non si smarrì, anzi mostrando gran fer¬ mezza d’animo montò in barca col capitano, e seco andò un suo cugino, figliuolo d’un’altra sorella de la morta zia. Acco¬ statosi Pietro al cugino e dicendogli forte che stesse di buona voglia perché era innocente, nascostamente poi gli diede un