Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1911, IV.djvu/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


88 PARTE SECONDA figliuolo usa non avesse compassione. — Molte altre parole disse, chiaramente manifestanti che egli per la salute del figliuolo non solamente la moglie ma la vita volentieri averebbe data; onde non parendo più tempo al medico di tener celata la cosa, tratto da parte il re, in questo modo gli disse: — La sanità di tuo figliuolo, signor mio, non è in mia mano, ma ne la tua e di Stratonica tua moglie dimora, la quale, si come io mani¬ festamente per certi segni ho conosciuto, egli ardentissimamente ama. Tu sai ornai ciò che a fare ti resta, se la sua vita t'è cara. — E narrato il modo che tenuto aveva in avvedersi di tal amore, lo lasciò tutto pieno d'allegrezza. Restava solamente un dubio al re, di persuadere al figliuolo che Stratonica per moglie prendesse e a lei che quello per marito accettasse; ma assai di leggero a l’uno e a l'altro il tutto persuase. E forse che Stratonica non faceva buon cambio prendendo un giovine e lasciando un vecchio? Ora, poi che Seleuco ebbe la moglie col figliuolo accordata, fatto congregar l’essercito che aveva grandissimo, cosi disse ai soldati suoi: — Commilitoni miei, che meco dopo la morte del magno Alessandro in mille imprese gloriosamente stati séte, giusta cosa mi pare che voi di quanto io intendo fare siate partecipi. Voi sapete che io ho sotto l’im¬ perio mio settanta due provincie e che, essendo io vecchio, male a tanta cura posso attendere; il perché, cari commilitoni miei, e voi di fatica e me di fastidio intendo liberare. Per me sola¬ mente voglio il reame dal mare a l’Eufrate; di tutto il resto la signoria dono a mio figliuolo Antioco, al quale per moglie ho data la mia Stratonica. A voi deve piacere ciò che a me n’è piacciuto. — E narrato l’amore e l’infermità del figliuolo e la discreta aita del fisico gentile, a la presenza di tutto l’es¬ sercito fece sposar Stratonica ad Antioco. Incoronò poi l’uno e l’altra per regi de l’Asia e con pompa grandissima gli fece far le tanto da Antioco desiate nozze. L’essercito, udendo e vedendo queste cose, sommamente la pietà del padre verso il figliuolo com¬ mendò. Antioco poi con la diletta sposa in gioia e in pace con- tinovamente stando, in lunga e grandissima felicità seco visse. Né fu questi quello che ebbe per le cose d’Egitto guerra con