Pagina:Bardi - Discorso sopra il giuoco del calcio fiorentino, 1580.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

D E L  C A L C I O. 9

[versione diplomatica]


giamai trarla, e ſcagliarla non lice, e di Calcio col piede le ſi da rade volte. Adunque ragion voleua nominar queſto giuoco il pugno, più toſto che il Calcio: ma egli non fu coſi, a fine, che non pareſſe cognominato dal fare alle pugna (che in lui è un difetto accidentale, altroue vno ſpettacolo principale) e coſi foſſe, queſto giuoco ſi nobile, e ſi gentile per altro franteſo. Dal Calcio adunque, ilquale ſolo oltre al pugno può dare alla palla, e farla ſopra lo ſteccato eſſere: ſi fu nominato. Che coſa ſia il Calcio, & la ſoſtanza ſua diffiniremo coſi. Il Calcio è un giuoco publico di due ſchiere di [Diffinitione del Calcio.] Giouani a piede, e ſenza arme, che gareggiano piaceuolmente di far paſſare di poſta oltre allo oppoſto termine, vn mediocre pallone a vento a fine d'honore. Il campo doue egli fi ha a fare, vuole eſſere vna piazza principale d'vna città a fine che le nobili donne, & i popoli poſsino meglio ſtare a vederlo, della qual piazza s'ha da fare vno ſeccato lungo braccia 172. largo braccia 86. alto braccia due. Gli huomini eletti per lo Calcio deono eſſere cinquantaquattro diuiſi in due ſchiere eguali di numero, e di valore; [Numero de giucatori.] la qualita de' quali l'iſteſſa natura humana determina: perche non tutti gli huomini ſono atti ad vno eſercitio tale, non eſſendo tutti quanti fatti dalla natura per queſto, e però diſſe Vergilio


    "                    Tutti non poſsiam noi tutte le coſe.


Per tanto non l'età puerile: perchè è troppo tenera, non la ſenile; perchè è troppo aſciutta, nè puo ſoffrire i ſudori, e durare le fatiche, lequali correndo, vrtando, percotendo è forza ſoffrire; nè anche della età giouenile ſono auuenenti coloro, quali, ò ſparuti, ò brutti, come i Baronci,ò Scrignuti, ó Zoppi, ò ciechi, o in qualche modo ſtroppiati, ò contrafatti, farebbono di ſe moſtra ridi-


[versione critica]


giamai trarla, e scagliarla non lice, e di Calcio col piede le si da rade volte. Adunque ragion voleva nominar questo giuoco il pugno, più tosto che il Calcio: ma egli non fu cosi, a fine, che non paresse cognominato dal fare alle pugna (che in lui è un difetto accidentale, altrove uno spettacolo principale) e cosi fosse, questo giuoco si nobile, e si gentile per altro franteso. Dal Calcio adunque, ilquale solo oltre al pugno può dare alla palla, e farla sopra lo steccato essere: si fu nominato. Che cosa sia il Calcio, et la soſtanza sua diffiniremo cosi. Il Calcio è un giuoco publico di due schiere di [Diffinitione del Calcio.] Giovani a piede, e senza arme, che gareggiano piacevolmente di far passare di posta oltre allo opposto termine, un mediocre pallone a vento a fine d'honore. Il campo dove egli si ha a fare, vuole essere una piazza principale d'una città a fine che le nobili donne, et i popoli possino meglio stare a vederlo, della qual piazza s'ha da fare uno ſeccato lungo braccia 172. largo braccia 86. alto braccia due. Gli huomini eletti per lo Calcio deono essere cinquantaquattro divisi in due schiere eguali di numero, e di valore; la [Numero de giucatori.] qualita de' quali l'istessa natura humana determina: perche non tutti gli huomini sono atti ad uno esercitio tale, non essendo tutti quanti fatti dalla natura per questo, e però disse Vergilio


    "                    Tutti non possiam noi tutte le cose.


Per tanto non l'età puerile: perchè è troppo tenera, non la senile; perchè è troppo asciutta, nè puo soffrire i sudori, e durare le fatiche, lequali correndo, urtando, percotendo è forza soffrire; nè anche della età giovenile sono avvenenti coloro, quali, ò sparuti, ò brutti, come i Baronci,ò Scrignuti, ó Zoppi, ò ciechi, o in qualche modo stroppiati, ò contrafatti, farebbono di se mostra ridi-


B cola