Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/138

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 130 —


parer verisimile, che il cuore umano ha certe rughe riposte, che neppur esso conosce, e che là dietro si ascondono e crescono sentimenti ribelli, o stranieri a noi, che balzano fuori di repente e ci consigliano e ci costringono ad operare, prima ancora che noi ci accorgiamo di averli ospitati e nutriti?

Non potendo significarle tutto ciò, reputai più acconcio di cercare una gretola.

— Venite dunque; — ripigliai; — c’è qui in paese una locanda del Nettuno.

— Ah! sapete già questo!

— Sì, ho pigliato lingua laggiù, da quegli ufficiali della strada ferrata. Faremo colazione, m’immagino....

— Anch’io ho pigliato lingua; — mi disse ella, con accento impresso di sottile ironia. — Cesarino, che qui vedete, è il figlio d’una buona vedova, che abita in quella casa laggiù. — (E mi additava, così dicendo, una