Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 129 —


Cavai l’orario di tasca, e corsi cogli occhi alla pagina dov’era segnata la linea di Bologna per Brindisi.

— Un treno partirà da Bologna al tocco, — ripigliai; — egli potrà dunque esser qua alle dieci di sera. Fino a quell’ora, vi prego, aspettiamolo.

— E aspettiamolo; non è così? — soggiunse ella, con un accento malizioso.

— La conseguenza mi par naturale; — risposi, chinando umilmente le ciglia.

Avevo dato quel giro al discorso e fatta la mia proposta di attendere, senza meditarci su, senza secondi fini, quasi senza coscienza di ciò che mi usciva dalle labbra. Certo le mie parole miravano a guadagnar tempo; ma, nel pronunziarle, io non avevo neppure un concetto delle mie intenzioni. E tuttavia, come farlo intendere a lei? Come persuaderla di quel fatto tanto vero da non