Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/94

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 86 —


— Ah! Ella canta! — esclamai.

— Chi le dice questo? Si parla d’una donna ideale.

— Sì, è vero! — risposi mortificato. — Diciamo dunque due cardellini. Come si vorrebbe cinguettare, l’uno a fianco dell’altro, e volar tutto intorno, di poggio in poggio, di frasca in frasca, cercando frutti da bezzicare! Perchè bisogna ricordare, signora mia, che i cardellini mangiano, come tutte le creature di Dio; e il mangiare, quando sia fatto a modo, non è mica un’orrida cosa! —

La mia vicina ascoltava e sorrideva.

— E poi, non si dovrebbe volar sempre per sollazzo, o per desiderio di cibo. Alle sue ore la cardellina raccoglierebbe il volo in una elegante cameretta, davanti al suo telaio da ricamo. È una gradevole occupazione, ed io starei volentieri lì presso, a contare i punti