Pagina:Barrili - I rossi e i neri Vol.2, Milano, Treves, 1906.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 97 —


— Lo conosco, sicuro, perchè è uno dei nostri; ma non capisco che cosa Ella abbia voluto dire.

— Ah no? proprio no? Ve ne avverto, Garasso, io so che lo sapete, ciò che v’ho chiesto; se non me lo dite, me l’avrò a male.

— Ella ha voglia di scherzare; — disse il Bello, guardandolo fisso.

— No, per Iddio, non è il caso! — rispose il Giuliani, alzandosi dal canapè, su cui da parecchi minuti non era già più seduto che a mezzo. — Facciamola finita, Garasso; o voi parlerete, o vi farò parlar io.

— In che modo?

— Pigliandovi pel collo.

— Ah, era una trappola? Ma vedrà Lei come la gira! — Così dicendo diede uno sbalzo indietro, e cavò di tasca una pistola, quella pistola che poche sere innanzi aveva fatto luccicare agli occhi, o, per dire più veramente, all’occhio buono del Guercio.

«Ma saetta previsa vien più lenta» ha scritto l’Allighieri; e il Giuliani, che aveva preveduto il gesto, ebbe tempo a cansarsi.

— Signor Garasso, — gridò egli, mentre si tirava da un lato, — avete un bel girare la trappola; essa non è arnese pei gatti della nostra specie.

— E senta le unghie che ci hanno! — tuonò un’altra voce all’orecchio del Garasso, in quella che una mano di ferro lo agguantava nel collo.

Tentò di rivoltarsi, il manigoldo; ma non gli venne fatto, tanto quella mano era salda. Un’altra morsa gli afferrò il polso, e gli fe’ dare un grido di dolore, mentre le dita prosciolte lasciavano andar la pistola, che il Giuliani con bel garbo gli tolse, innanzi che cadesse sul pavimento. — Lascialo andare, Marcello; — disse il giornalista. — Non vedi? gli è pavonazzo come il collare d’un canonico, o come la faccia d’un impiccato.

— Come ho da vederlo, se son dietro? Ma aspetta un poco! —

E Marcello, con un mezzo giro sollecito, fece passare la morsa delle sue dita robuste dalla nuca alla strozza. Per tal modo egli si pose da fianco al paziente, e potè vedergli il viso in tre quarti, come direbbe un pittore.

Il Bello, che in quel punto non era tale davvero, vide a sua volta la faccia del nuovo nemico; ma non istette a contemplarla, chè la sua attenzione, se così può dirsi di