Pagina:Barrili - I rossi e i neri Vol.2, Milano, Treves, 1906.djvu/242

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


giorno di aberrazione fatale. Voi, ministro del Dio che comanda di passar sopra ad ogni umano rispetto, pur di seguire la sua legge d’amore, voi avete ravvivato nel mio cuore, scaldato, rinvigorito un falso concetto, una falsa vergogna, una falsa dignità; pregiudizio, superbia, egoismo, a danno d’una innocente creatura. Andate, ho aperto gli occhi; ho veduta la mia povera figlia moribonda, prigioniera per me, sepolta per me in una cella di monastero.... E parlate di cuore, voi, che avete potuto consigliarmi in tal guisa? E chiedete gratitudine, chiedete obbedienza, voi che avete potuto chiedermi un delitto? Andate, Bonaventura; sapiente conoscitore d’uomini, voi non avete saputo intendere un cuore di donna, un cuore di madre. Mia figlia è libera; io l’avevo condotta là dentro; io l’ho tratta di là, e nessuno la strapperà più dal mio fianco. Pronta ad ogni sacrifizio di me medesima, non temo l’obbrobrio che mi è minacciato da voi. -

Ciò detto. Lilla come chi si senta liberato da un grave peso, da una penosa oppressura, e ansante, trafelata, ma raggiante di sublime entusiasmo, ricadde sul sofà, in quella che coll’indice teso gli accennava di uscire.

Bonaventura era fuori di sè, tanto più furibondo, quanto ella, così animata e fiammeggiante nel volto, appariva più bella a’ suoi sguardi.

- Qualcheduno è stato qui dentro! - sclamò. - Vedo qui la sua traccia. Uomo, o demonio, lo conoscerò; dovessi anco strapparvi il suo nome dal cuore. -

E fece per avventarsi sulla marchesa, che istintivamente si fece schermo delle braccia contro quella belva umana.

Ma in quel punto si sollevarono le pieghe d’una portiera di damasco, e un terzo personaggio comparve nel salotto.

- Non tanta pena, padre Gallegos! Uomo, o demonio, egli è dinanzi a voi; guardatelo a vostro bell’agio. -

A quella voce Bonaventura si volse, e rimase di sasso, come se avesse veduto la testa di Medusa. Egli non conosceva quell’uomo.

- E anzitutto, - proseguì lo sconosciuto, avanzandosi in mezzo alla sala, - rispettate le donne. Non era ella una donna, la madre vostra? -

Il Gallegos non rispose parola. Guardava esterrefatto quell’uomo, e chiedeva a sè stesso chi fosse egli mai, quel vivente simulacro del fato, che veniva così in mal punto a rompere la trama sudata delle sue vendette. Lo sconosciuto era di bell’aspetto, ma severo; tutta la sua persona spirava