Pagina:Battisti, Al parlamento austriaco, 1915.djvu/113

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



II.


DALL’ALTRA RIVA.

Lettera aperta al deputato Morgari.1


Egregio Morgari,

Permettete che il deputato socialista di Trento vi ringrazi per la franchezza con cui avete posto nel vostro discorso di giovedì il problema della guerra e la questione di Trento e Trieste. Voi avete parlato ben chiaro, cercando i vostri argomenti nella viva realtà.

Invano io ho cercato fino ad ora nell’Avanti! e negli altri periodici socialisti le ragioni pratiche, tangibili della neutralità assoluta, adatte a persuadere anche chi non ha dimestichezza con Hegel e con Marx. Vi ho trovate lunghe disquisizioni filosofiche sulla collaborazione e sulla lotta di classe, disquisizioni che mi hanno fatto l’effetto di un predicozzo sulle cause della miseria a chi, avendo fame, chiede pane e lavoro.

Ma vi dico subito che se apprezzo la vostra franchezza e se convengo nell’utilità del vostro

  1. Questa lettera fu pubblicata il 27 settembre 1914 nella Stampa di Torino. Non ebbe mai risposta alcuna dal deputato Morgari.