Pagina:Battisti - Il Trentino, cenni geografici, storici, economici, 1915.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 10 —

Dal 1848 al 1870 il Trentino concorse alle lotte dell’indipendenza d’Italia con oltre 1500 combattenti e con numero fortissimo d’eroi e di martiri.

Nel 1866 fu svincolato dalla Federazione germanica. Sempre fu intensa, ma senza successo, la lotta per ottenere un’amministrazione autonoma dal Tirolo, con cui il Trentino, assieme con l’Alto Àdige, ha costituito e costituisce una sola provincia (la Contea del Tirolo e Vorarlberg), in cui la direzione di tutto è affidata alla maggioranza tedesca.

COSTITUZIONE POLITICO-AMMINISTRATIVA. La Contea del Tirolo e Vorarlberg è sotto l’autorità del Luogotenente di Innsbruck, che governa in nome dell’Imperatore d’Àustria. Essa è per estensione la terza delle province austriache (29 299,56 km²) ed è la sesta sotto il rapporto della popolazione (1 092 021 abitanti). Ha due consigli provinciali, uno a Bregenz per il Vorarlberg, l’altro a Innsbruck per tutto il residuo territorio.

Il Trentino partecipa alla Dieta (Consiglio provinciale) del Tirolo con 33 deputati su 96 (per i trentini v’è un deputato ogni 11 800 ab., per i tedeschi uno ogni 8900) eletti in piccola parte a suffragio universale, il resto dai nobili, dal clero e dalla possidenza.

Al Parlamento austriaco a Vienna il Trentino è rappresentato da nove deputati eletti a suffragio universale.

Il Trentino1 è diviso in capitanati distrettuali, corrispondenti press’a poco alle sottoprefetture del Regno. I capitanati sono diretti da Capitani, che sono sottoposti al Luogotenente.

I capitanati si suddividono in distretti giudiziali, corrispondenti alle preture del Regno. Sono considerate come capitanati le due città di Trento e Rovereto, che si reggono con proprio Statuto. I rispettivi sindaci hanno però solo in parte le attribuzioni dei capitani.


Elenco dei capitanati e dei distretti giudiziali.


Rovereto città;
Trento città;
Capitanato di Borgo, comprendente i distretti giudiziali di Borgo, Lèvico, Strigno;
           »           di Cavalese, id. id. di Cavalese, Fassa;
  1. Cnfr.: Tav. II - Divisioni amministrative e Densità di popolazione.