Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/106

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
72 Dei Delitti

pene di quest’ultima, passando insensibilmente dalla ruota ai tormenti più lenti e più studiati, e sino agli ultimi raffinamenti della scienza troppo conosciuta dai tiranni.

Due altre funeste conseguenze derivano dalla crudeltà delle pene, contrarie al fine medesimo di prevenire i delitti. La prima è, che non è si facile il serbare la proporzione essenziale tra il delitto e la pena, perchè quantunque un’industriosa crudeltà ne abbia variate moltissimo le specie, pure non possono oltrepassare quell'ultima forza, a cui è limitata l'organizzazione e la sensibilità umana. Giunto che si sia a questo estremo, non si troverebbe a’ delitti più dannosi e più atroci pena maggiore corrispondente, come sarebbe d’uopo per prevenirli. L'altra conseguenza è, che l'impunità stessa nasce dall'atrocità dei supplizj. Gli uomini sono racchiusi fra certi limiti, sì nel bene, come nel male; ed uno spettacolo troppo atroce per l’umanità, non può


essere