Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/111

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e delle Pene. 77

almeno a molte conquiste comprate col sangue dei figli della patria), non persuadessero gli uomini, a cui il linguaggio della ragione è sempre sospetto, ed efficace quello dell’autorità, basta consultare la natura dell’uomo per sentire la verità della mia asserzione.

Non è l’intensione della pena, che fa il maggior effetto sull'animo umano, ma l’estensione di essa; perchè la nostra sensibilità è più facilmente e stabilmente mossa da minime ma replicate impressioni, che da un forte ma passaggero movimento. L’impero dell’abitudine è universale sopra ogni essere che sente: e come l’uomo parla, e cammina, e procacciasi i suoi bisogni col di lei ajuto; così l'idee morali non si stampano nella mente, che per durevoli ed iterate percosse. Non è il terribile ma passaggero spettacolo della morte di uno scellerato, ma il lungo e stentato esempio di un uomo privo di libertà, che divenuto bestia di


D iij