Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/143

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e delle Pene. 109

vrano stimola i cittadini a commettere un delitto, e gli espone ad un supplizio, facendo così un ingiuria ed una usurpazione di autorità negli altrui dominj, ed autorizza in questa maniera le altre nazioni a far lo stesso con lui: Nel secondo, mostra la propria debolezza: chi ha la forza per difendersi non cerca di comprarla. Di più un tal editto sconvolge tutte le idee di morale e di virtù, che ad ogni minimo vento svaniscono nell'animo umano. Ora le leggi invitano al tradimento, ed ora lo puniscono: con una mano il legislatore stringe i legami di famiglia, di parentela, di amicizia; e coll’altra premia chi li rompe e chi li spezza: sempre contradditorio a se medesimo, ora invita alla fiducia gli animi sospettosi degli uomini; ora sparge la diffidenza in tutti i cuori. In vece di prevenire un delitto, ne fa nascer cento. Questi sono gli espedienti delle nazioni deboli, le leggi delle quali non sono che istantanee ripa-