Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Dei delitti e delle pene (1780), p. 35.jpg


DEI DELITTI


E


DELLE PENE.




§. I. INTRODUZIONE


Gli uomini lasciano per lo più in abbandono i più importanti regolamenti alla giornaliera prudenza, o alla discrezione di quelli, l’interesse de' quali è di opporsi alle più provide leggi che per natura rendono universali i vantaggj, e resistono a quello sforzo, per cui tendono a condensarsi in pochi, riponendo da una parte il colmo della potenza e della felicità, e dall’altra, tutta la debolezza e la miseria: perciò, se non dopo esser passati tramezzo mille errori nelle cose


A