Pagina:Bellamy - L'avvenire, 1891.djvu/146

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
144

esse non volessero rivaleggiare con gli uomini; abbiam formato per loro un nuovo mondo di concorsi e di ambizione e vi garantisco che esse ne sono assai liete; secondo voi le donne erano, più che qualunque altra classe, le vittime della vostra civilizzazione. Ancora adesso, dopo tanti anni, ci sentiamo mossi a compassione, pensando alla noiosità della loro vita, contristata dal matrimonio ed alla ristrettezza del loro orizzonte, limitato fisicamente dalle quattro mura della loro casa e moralmente dallo stretto cerchio del loro interesse personale; e, dicendo questo, non intendo parlare di quelle appartenenti alla classe povera che si ammazzavano a forza di lavorare; ma delle ricche od almeno delle agiate. Quando si sentivano affrante dai continui tormenti della vita, non potevano ricrearsi godendo, nè era loro dato di avere altri interessi, all’infuori di quelli della famiglia. Una tale esistenza avrebbe fatto impazzire un uomo; oggi invece tutto ciò è cambiato; non v’è donna che rimpianga di non esser uomo, i genitori non desiderano aver figli piuttosto che figlie; e le nostre ragazze sono ambiziose quanto i nostri maschi. Il matrimonio, quando lo concludono, non significa per esse l’incarcerazione e non le esclude dalla società e dalla vita del mondo. Soltanto quando i doveri materni creano nuovi interessi alla donna, essa si ritira per un po’ di tempo dal mondo; però può tornare, quando lo desidera, a far parte del cerchio delle sue compagne, che non ha bisogno di cessar di frequentare.

Le donne nostre sono assai felici se le paragonassimo a quelle dei vostri tempi ed anche la loro attitudine a far felice un uomo si è accresciuta».

«Mi pare,» dissi, «che l’interesse che le fanciulle hanno per la loro vocazione ed il desiderio di ottenere distinzioni, deve impedir loro di pensare al matrimonio».

Il dottor Leete sorrise. «Non abbiate di questi timori, signor West,» soggiunse. «Il Creatore ha provveduto a ciò che, cambiando anche le relazioni fra uomo e donna, la reciproca forza attrattiva sussista. A questo proposito, mi pare abbastanza decisivo il fatto che perfino ai vostri giorni, in cui la lotta per la vita lasciava agli uomini poco tempo per pensare ad altro, si