Pagina:Bergamo e sue valli, Brescia e sue valli, Lago d'Iseo, Valcamonica.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 103 — Cap.X―3

dell’Assunta, affreschi anteriori al 1500 ed altro affresco nella chiesa della SS. Trinità sul colle.

Sotto Esine, scendendo una viottola campestre, si vedono gli avvallamenti di terreno detti Laghetti, fenomeni geologici dovuti alla filtrazione di acque sotterranee nella dolomia cariata che costituisce il sottosuolo.

Dopo Esine la strada comunale entra in una valletta che va a Berzo, Prestine e Bienno.

Berzo Inferiore (m. 360; ab. 661). Ha vestigia di rocca. Una lapide in metallo ritrovata in questi ultimi anni si conserva in Ufficio Comunale, ed alludo alla famiglia Federici.

Prestine (ab. 637). Paese agricolo ricco di pascoli e di legna. Meritano menzione gli atti degli antichi originari, visibili nell’Ufficio Comunale, specie di Statuto-regolamento per il godimento dei beni comunali riservati alle antiche famiglie del Comune. Sopra Prestine e nella frazione Salice (m. 1200), vi è la fonte minerale-alcalina detta Salice di Prestine. Il luogo è ameno e consigliabile, pei verdeggianti pascoli e per i suoi boschi di resine; è buon centro per escursioni.

Bienno (407 m.; ab. 1900). È congiunto con Cividate e Breno da discrete strade. Ha una bella parrocchia con ampio sagrato. Nella chiesetta di Santa Maria eranvi bellissimi affreschi del Romanino, che furono in parte cancellati.

22 km. Cividate Camuno.

25 km. Breno (v. qui sopra, n. 1).

3. BRENO-EDOLO

Da Breno la via nazionale va diretta a Capo di Ponte, ma alla frazione Brendibusio un bel ponte conduce alla mulattiera per Losine, da cui prosegue per Cerveno ed Ono a Capo di Ponte.

Altra strada, partendo dalla nazionale sulla nostra destra, congiunge i paeselli di Niardo, Bretone, Ceto e Nadro con Capo di Ponte. Questi, e cioè i paesi alla nostra destra, hanno tutti diretta comunicazione collo stradale; mentre dalla sponda opposta l’Oglio separa la via nazionale dalle mulattiere comunali, cosicchè da Breno a Capo di Ponte si dovettero costruire tre ponti sul fiume, quel di Losine, quel di Corveno e quel di Capo di Ponte.