Pagina:Bertini - Guida della Val di Bisenzio, Prato, Salvi, 1892.djvu/213

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 185 —


PER LE VICINANZE DI MONTEPIANO


Da Montepiano possono farsi bellissime gite: ne accennerò alcune.

a. A Boccadirio. Passando per la Cascina di Tronale si sale alle Case del Monte (ore 1,40): bella veduta sul Mugello e si scende al santuario in 30 min.: non vi sono case, tranne quella del prete e un albergo, che lascia a desiderare per nettezza.

Il santuario è grandioso, con un bel portico dinanzi, situato su’ fianchi ripidi del monte, gettato là a cavalcioni sopra un torrente in mezzo a selve di grossi castagni, e visitato da numero grande di devoti toscani e bolognesi. Una doppia fila di superbi e giganteschi abeti che ombreggiano per un bel tratto la via del santuario, rendono quel luogo assai melanconico e l’essergli troppo a ridosso i monti erti e selvosi lo fanno quasi parere inabissato e molto lontano dall’aeree cime che rallegrano il cuore, rinvigoriscono lo spirito e fanno godere quanto di bello e di gaio può dare uno spettacolo di montagna. I divoti vi potranno trovare le loro delizie; un alpinista vi si sente soffocare.

Si può ritornare per Barigazza, bel paesetto, e di qui per le Coltete a Montepiano.

b. Alla Marzolina e a Bramasole. Si segue la via di Barberino: poco dopo Risubbiani, si piglia a sinistra una stradella, e passando per un gruppo di case detto Tondatoio, si giunge al Balzone, un luogo fresco e bello dove a sinistra sono due o tre case; si continua e tenendosi a destra si giunge alla gran-