Pagina:Bertini - Le dimore estive dell'appennino toscano, Niccolai, Firenze, 1896.djvu/100

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 pracchia


dimora estiva alla moda, ma il clima vi è sano, l’aria ottima, pungente la sera e la mattina presto: il caldo vi si fa un po’ sentire nel mezzo del giorno, particolarmente laddove è situato il borgo.

Si possono fare bellissime passeggiate per comode strade e quasi piane nei vicini casali; il vivere vi è quieto, i cibi a prezzi discreti. Il continuo passare di treni, se può essere cagione di svago durante il giorno, è assai incomodo le prime notti per il fischio rauco e prolungato delle potenti locomotive.

Alberghi. — Albergo e pensione Appennino di Pietro Boccaccini, di contro alla Stazione. Albergo buonissimo e in posizione molto ventilata, di recente tutto restaurato. Si fanno pensioni a lire 7 a 8 al giorno con buon trattamento.

Albergo di Pacifico Nasi, nel villaggio, assai decente.

Vi sono anche quartieri e camere da affittarsi a prezzi moderati: rivolgersi ai Fratelli Bizzarri, Modesto Galigani ed altri.

Distanze. — È stazione della ferrovia Pistoia-Balogna.

Tettare. — Piccoli legni (bagher) per gite ;