Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 11, 1800.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
208 Orazione

vi1 tal verità basti il confronto, che far potete voi stessi tra il quadrato di quella torre, e la sovrappostavi mole piramidale dopo il 1300, ove mostrano il sesto acuto le aggiunte finestre, e l’angolar curvatura ogni parte, come lo mosrran gli avanzi de’ vostri tempj di s. Francesco,2 di s. Pietro, e d’alcun’altro dopo il mille dugento, o trecento innalzati, gli avanzi, dico, d’allora poiché tutti soffrirono gran cambiamenti. Ma tempo è, che succedano all’arti ornai li studi vostri primieri, o modenesi, e dimostrino anch’essi, che la nuova vostra città non fu men delle antiche per dottrine preclara, e per ingegni.

Quella necessità d’ogni umana adunanza, siccome a guardarla dalle ingiurie del tem-


po,

  1. I balaustri sino al cornicione. V. Iscrizione intorno al pulpito del 1321.
  2. S. Pietro rifondato del 1476. Prima pietra dal vescovo di Comacchio Zoboli, architetto Pietro Barabani di Carpi, ma seguita lentamente, e in loro si legge MDXII. in pittura.