Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/115

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trasfusi. 111

ne, o il bisogno vanno a fare corteggio.

Molti si lasciano sedurre, abbagliare; ognuno corre alla novità ingannatrice; si fa un gusto tirannico, e falso; l’opinione trionfa, ma viene pei a nausea ben tosto. Il desiderio di pur piacere fa cercare altri gusti, e maniere; molti capricci ne sorgono; T un caccia l’altro; si fa confusione, anarchia, libertinaggio. Qual sarà il liberatore, il Camillo? Sarà appunto uno de’geni, o più d’uno rimasti in disparte. Si traggono fuori gli esemplari eccellenti, i padri delle arti, e la loro possanza si fa sentire con tanta più forza, quanto più nuova, e con quel fascino dolce, e soave, ma in uno efficace, e trionfatore, il fascino della passione, e dell’entusiasmo, a cui’non si può resistere, e che si fa padrone del cuore, e dell’uomo, e del secolo. Qualchesecolo in fatti può dirsi cambiato e trasformato in un altro da un solo genio, o da un’opera sola di alcuno (1). Petrarca fu il fondatore della coltura, e del saper ( i ) Nota undecima