Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/285

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Note. 281

B-vcrley, e di cento altre anglofilosofiche novita venuteci dalla Francia, e dominanti in su le scene d’Italia. Parma con si bei premi ed inviti dovea dare una forte scossa al teatro italiano; ma qual pezzo eccellente ci può mostrare ? Metastasio, e Guidoni, e Granelli, e Conti sono ancor tra contrasti.

L’oratoria sempre viva e fiorente può vantar forse un sublime esemplare? Piaccia al cielo che le prediche di yenini alfin ci consolino. Più ferace è stata la storia con quelle del Foscarini, del Decina, del Tiraboscbi, e questi due son per ogni nazione. Ma quant’altre son senza stile, senza criterio, senza filosofia? La pittura e scoltura, la musica e la danza, qual dà in languore, e quale in ¡stravaganze. So bene, che questo è un giro dei tempi, e che difficili sono le belle e nobili novità dopo tre secoli e più di coltura; ma pur bisogna tentarle, ed io debbo qui per ufficio invitarvi i talenti.

Dunque venendo ai particolari, ognun sa che parlandosi di novità s’intende più delle cose che dello stile, equivocandosi spesso in lai materia, e credendosi bello il non usato seri’