Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/95

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Passionati. 91

PASSIONATI, Il bello veracemente nella sua più generale significazione, che tutte le doti comprende è quel che fa i genj per le lor’ opere immortali; eppur non’è questo il primario carattere loro, se dal bello escludlam la passione; ina come questa concorre a formarlo, e n’ b la vita e 1* anima, e come a questa concorre egli stesso e la produce, cosìaccoppiansi acconciamente. E che produca il bello una passione nelPanima, ognun lo sa, la qual giugne a tale, come s’è detto, di trasformar in bellezze gli stessi difetti. Che poi la passione sia il primario carattere e fregio del genio, dell’entusiasmo, del bello, basta riflettere, che sono poi le passioni d’Achille, di Didone, d’Orlando, di Tancredi quelle, che fanno immortali i gran poemi, c senza Je quali le più mirabili cose, e più inusitate delle invenzioni poetiche poco avrebbono forse vissuto. I piaceri del cuore son sempre i più cari, e gli uomini avran sempre bisogno d’esser commossi più, che d’essere illuminali,.perchè la noia, ch’è l’ozio de’loro affer-