Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 7, 1799.djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
8

frutto de’ miei studj di storia, che per1 sette anni allor venni dettando, e che ancor oggi vorrei consecrata non solo al diletto, ma all’utile vostro, e di tutta la gioventù studiosa, secondo il fine medesimo, che tutte l’altre fatiche mie letterarie ha fatte uscir dalle tenebre, e dal segreto ritiro, ov’erano condannate. E senza più rivolgo a voi quel discorso, che a molti allor dirigevasi con la medesima introduzione allo studio di storia, che ai giovani si conviene, il qual farà testimonio a delle nostri non comuni industrie nell’educare la gioventù, e del valore de’ giovani nel rispondere ad una educazione tutta rivolta non ad arricchir la memoria di termini, o di avvenimenti, non a lusingare l’immaginazione con poetiche bizzarrie, ma a stendere di buon’ora, e a confortare i lumi della ragione, il discernimento della verità, il talento del vero filosofare. Il che ben conveniva a’ miei discepoli nella storia


  1. Dal 1752. fino al 1759. nel Collegio di Parma.